Printed From:

Trigliceridi: attenzione all’esame del sangue fatto subito dopo il week-end

La medicina preventiva moderna dedica maggiore attenzione ai livelli dei trigliceridi nel sangue (tecnicamente “trigliceridemia”): a un aumento di questi livelli corrisponderebbe infatti un incremento del rischio di eventi cardiovascolari come l’infarto.

Una trigliceridemia elevata, inoltre, è uno dei determinanti della cosiddetta “sindrome metabolica”: una condizione diffusa (caratterizzata soprattutto dalla presenza di un eccesso di grasso addominale – la cosiddetta “pancetta”), che aumenta ulteriormente il rischio cardiovascolare delle persone che ne sono portatrici.

Un recente studio danese (vedi Fonte), che ha esaminato quasi 2 milioni di esami del sangue (condotti in laboratori pubblici e privati), nei quali si valutava il livello di trigliceridi, è giunto però a una conclusione sorprendente: i risultati del test sono in media differenti a seconda che il prelievo di sangue sia fatto all’inizio o alla fine della settimana.

Nelle persone più giovani, fino ai 26 anni, la concentrazione di trigliceridi tende a essere maggiore il lunedì: rispetto al venerdì, infatti, risulta fino al 20% superiore. Gli autori ipotizzano che la scarsa attività fisica durante il week-end e le intemperanze alimentari (certamente più frequenti, in media, tra sabato e domenica) possano spiegare questo risultato. 

Potrebbe forse contribuire anche la tendenza delle persone a cenare più tardi la domenica sera: è infatti importante che, tra l’ultimo pasto e il prelievo di sangue, intercorrano almeno 12 ore di digiuno totale. Se il digiuno è più breve, infatti, il normale aumento dei livelli di trigliceridi  nel sangue, tipico del dopo-pasto, potrebbe non essersi ancora esaurito (e il risultato dell’esame, quindi, non essere affidabile).

Meglio posticipare quindi gli esami del sangue alla parte centrale della settimana. Oppure, se il prelievo è stato fissato per il lunedì mattina,  trascorrere il weekend fisicamente attivi e senza eccessi alimentari. 

Fonte: Jaskolowski J, Ritz C, Sjodin A, Astrup A, Szecsi PB, Stender S, Hjorth MF - Weekday variation in triglyceride concentrations in 1.8 million blood samples - J Lipid Res. 2017 Apr 5. pii: jlr.M074062. doi: 10.1194/jlr.M074062. [Epub ahead of print]

Data ultimo aggiornamento: 01 giugno 2017